Salta al contenuto principale

L'intera comunità ha abbracciato Lorenzo Gatti: l'addio al ragazzo morto in montagna

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 48 secondi

Lorenzo Gatti aveva solo 29 anni, se n'è andato scalando con la compagna una parete del monte Cornetto, sulle Piccole Dolomiti, mentre passava un pomeriggio con l'amore della sua vita a fare qualcosa che lo rendeva profondamente felice.

A salutarlo nella chiesa di Marco, ieri pomeriggio, e a portare un po' di conforto ai suoi famigliari c'era davvero tutta la comunità: la chiesa era colma già dalle 15.30 per una cerimonia piena di emozione e cordoglio terminata solo due ore dopo al cimitero di Marco dove il corteo dei tanti amici ha accompagnato il feretro.

La comunità non poteva mancare davanti alla perdita così grande e indicibile di un giovane uomo che aveva saputo farsi voler bene nel suo paese. Lo hanno ricordato in tanti ieri: il parroco, gli amici, gli alpini, i compagni di scalate, i suoi coetanei che guidava come presidente di associazione: la vitalità di Lorenzo è uno dei tratti che più rimarranno fra i ricordi della sua breve vita. Era uno dei giovani più attivi di Marco, partecipava e organizzava iniziative fin da quando era ragazzino, era nel gruppo giovani, c'era per preparare la sagra e il carnevale, da poco era presidente dell'associazione che si occupava di calcio-splash, a rivelare una personalità allegra ed estroversa. Lorenzo c'era in tutti.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy