Salta al contenuto principale

Bambini decapitati

nel nord del Mozambico

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
0 minuti 26 secondi

Bambini e ragazzini decapitati dai militanti islamici nella provincia di Cabo Delgado, nord del Mozambico. Lo denuncia Save the Children nel suo ultimo rapporto che ha raccolto le strazianti testimonianze delle madre di alcuni ragazzi trucidati dai terroristi legati all'Isis.

Dall'inizio dell'insurrezione islamista nel 2017, oltre 2.500 persone sono state uccise e 700.000 sono dovute fuggire dai loro villaggi. "Queste storie ci hanno sconvolto", ha raccontato alla Bbc il direttore di Save the Children in Mozambico, Chance Briggs. "Questa violenza deve finire, le famiglie di rifugiati devono essere aiutate", ha detto.

 

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy