Salta al contenuto principale

L'ultimo concerto?: sabato 27 febbraio i Faultier alla Bookique per l'iniziativa nazionale dedicata ai live

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 26 secondi

E’ passato un anno ormai da quando, era il 27 febbraio 2020, quando incominciarono a chiudere i primi locali in Italia per la situazione legata all'emergenza sanitaria. A distanza di un anno, i palchi che hanno fatto la storia della musica dal vivo in Italia tornano a illuminarsi contemporaneamente nella stessa serata. L’appuntamento è quello sotto la sigla di “L’ultimo concerto?” proposto sabato alle 21 in streaming sul sito www.ultimoconcerto.it con la partecipazione di band e artisti del panorama musicale tricolore: molti di loro già annunciati, altri che, a sorpresa, si sveleranno solo durante l'evento. Fra gli oltre centotrenta live club di tutta la Penisola coinvolti in questa operazione unica ci sarà anche la Bookique di Trento sul cui palco saliranno i Faultier : <Un gruppo - spiega Marco Rosi della Bookique - che si può considerare come una  rivelazione dell’indie pop nostrano che proprio nel nostro Caffè letterario di San Martino ha trovato casa per i suoi primi passi live>.

“L’ultimo concerto?” è un'iniziativa promossa da KeepOn Live, Arci e Assomusica, con la collaborazione di Live Dma con una campagna partita il 28 gennaio, giorno in cui tutti i locali coinvolti hanno pubblicato le immagini delle proprie facciate, sovrastate da un punto interrogativo. <L'obiettivo primario - sottolineano Rosi e Serena Tomasi le due anime del locale nel cuore di Trento - è quello di porre l’attenzione sull’assoluta incertezza e instabilità in cui versano attualmente queste realtà.

 

Artisti che hanno aderito per dimostrare la loro massima solidarietà verso questi spazi che spesso sono stati l'anello di congiunzione tra le prime esperienze dal vivo e i grandi tour nei palazzetti, portandoli in un contatto intimo e diretto con i fan>. Nel set dei Faultier anche il loro singolo "Un posto per uno", registrato da Cristian Postal ed Elisa Pisetta al Dingo Studio, che il gruppo formato da Michele Citarda (voce e chitarra), Giorgio Santolini (chitarra), Giacomo Longato (batteria) e Piergianni Burreddu (basso) aveva lanciato la scorsa primavera insieme ad un videoclip.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy